Pinview: la risposta di Facebook a Pinterest


Pinterest cresce e diventa il fenomeno del web? Facebook prepara le contromisure. Dopo l’acquisto di Instagram ecco il nuovo passo nella strategia di facebook per diventare IL social network incontrastato: Pinview.

Per ora è solo un’app esterna, anche se lanciata con l’appoggio ufficiale di FB, ma permette di trasformare la modalità di visualizzazione del diario per renderla molto simile a quella resa popolare dal nuovo Social Media visuale. Giudicate voi.

Per ora non sono disponibili tutte le funzionalità di Pinterest, ma si tratta, indubbiamente, di una novità interessante. E possiamo scommettere che non passerà molto tempo perché l’emulazione sia completa. Soprattutto, la schermata “The Pinview” rimedia a quello che, a mio avviso, è una grande pecca del nuovo diario di facebook, ovvero la divisione tra i propri post e quelli degli amici. In Pinview tutto viene magicamente riconnesso.

Sorprende ancora una volta la rapidità di facebook nel far fronte alle nuove sfide. Erano bastati pochi giorni per replicare all’attacco di Google+ introducendo le videochat e i gruppi di amici, due delle caratteristiche sulle quali G+ contava per sparigliare le carte. Un paio di settimane fa, poi, è arrivato l’acquisto di Instagram, soprattutto per la potenza evolutiva della piattaforma. Oggi arriva Pinviewer, forse una delusione per i fondatori di Pinterest che, magari, puntavano a essere comprati.

L’obiettivo più o meno dichiarato? Arrivare alla quotazione in una posizione di leadership indiscussa, eliminando, o comprando, tutti quei fattori che potrebbero ridurre il valore. Ma l’obiettivo più a lungo termine è quello di diventare il re incontrastato, di più, l’imperatore assoluto dei Social Network. E l’unico modo è reagire alle sfide, capitalizzando sulle innovazioni prodotte da altri e integrando quelle che riscuotono il maggiore successo. Forte del fatto che più di 800 milioni di utenti che hanno ricostruito il proprio network amicale troveranno probabilmente più comodo vivere le esperienze all’interno di FB piuttosto che traslocare armi, bagagli e fan da qualche altra parte.

Sorprende di più l’immobilismo, o quasi, di Google, che ha solo lanciato un restyling di Google+. Al momento, nella guerra dei Social Network appare l’unico in grado di contrastare Facebook sia per la potenza economica, sia per la capacità di offrire una piattaforma integrata con i servizi Google, ma anche con la piattaforma di blogging e YouTube.

Ora per Facebook la vera sfida diventa un’altra: come integrare in modo coerente tutte le novità per creare una nuova esperienza?

Dimenticavo …. volete provare la nuova app di Facebook? cliccate qui.

Alessandro Santambrogio - Liquid

About these ads

6 pensieri su “Pinview: la risposta di Facebook a Pinterest

  1. Pingback: Pinview: la risposta di Facebook a Pinterest | MMTC News | Scoop.it

  2. Pingback: Pinview: la risposta di Facebook a Pinterest « ideeintransito

  3. A me risulta un app e non una proprietà di Facebook.
    Da non sottovalutare la duttilità di affrontare sfide così importanti come il confronto con G+

    • Sì, è corretto, è un app esterna che ridisegna il diario di FB. Ma ha avuto una sorta di “endorsement” ufficiale da Facebook.
      In effetti il Diario non incontra ancora molto favore presso gli utenti. Potrebbe essere una buona scappatoia

  4. Ciao Alessandro! :)

    Hai posto un’ottima questione, a fine articolo: come integrare il tutto in modo coerente?
    Beh, diciamo che Facebook si sta rendendo protagonista di una politica di estensione dell’offerta niente male… Tuttavia, occorre fare le cose in maniera cauta e, per l’appunto, coerente. Altrimenti, a mio parere, tale offerta potrebbe risultare “sfocata”, e molte innovazioni contribuirebbero a generare solo caos, anziché un vero valore aggiunto.

    Un caro saluto!

    Daniele

    • Grazie Daniele, in effetti fare shopping o sviluppare ex novo, quando hai in mano una buona idea (da copiare o comprare) e un budget pressoché illimitato è abbastanza facile.
      Più difficile è costruire una nuova esperienza. Pinterest o Instagram hanno successo perché fanno una cosa sola e la fanno bene. Diventare un conglomerato, come FB si appresta a essere, che integri molte funzionalità in modo sexy e coerente è molto più difficile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...